Excite

Antonella Clerici ad Excite: "La terra dei cuochi? Una sfida per me e per Raiuno"

  • Getty Images

di Antonella Dilorenzo

Mancano solo tre giorni alla partenza de "La terra dei cuochi" il nuovo format culinario di Raiuno condotto da Antonella Clerici. Il 26 aprile comincia l'avventura gustosa per la cuoca televisiva nazionale alle prese con un nuovo esperimento di telecucina serale.

Cosa succederà tra i fornelli? Quale sarà il premio finale? Competere con Masterchef sarà una grande sfida? Noi di Excite le abbiamo fatto qualche domandina. Ecco cosa ci ha raccontato a riguardo.

Alcune indiscrezioni rivelano che La “Terra dei cuochi” è la versione italiana di “The taste”, conferma?

La Terra dei cuochi non è un format già esistente, è scritto da un gruppo di autori italiani, è un format originale.

Scopri chi sono gli otto concorrenti VIP del programma

Come mai la scelta di questo nome?

Abbiamo scelto come titolo “La Terra dei cuochi” perchè noi italiani siamo un popolo di santi, navigatori e poeti, ma anche di cuochi! Da qui poi la scelta della sigla.

Com'è strutturato il programma?

Una gara di cucina tra 8 concorrenti affiancati da 8 personaggi, alla fine vincerà uno solo e il montepremi prevede 120mila euro

Solo sei puntate. E' un esperimento perchè teme la concorrenza il venerdì sera?

Assolutamente no. Anzi, ringrazio la Rai che ha voluto sperimentare con un programma nuovo.

Ne “La terra dei cuochi” ci saranno aspiranti cuochi affiancati da VIP. In passato c'è stato un altro tentativo Mediaset condotto da Alfonso Signorini, “La notte degli chef”, con la presenza di cuochi amatoriali e persone note. Purtroppo il programma è stato un flop ed ha chiuso. Teme possa essere così anche per il nuovo format Rai, vista la presenza dei VIP che a volte portano il telespettatore a concentrare la propria attenzione su di loro tralasciando cucina e chef, vero cuore del programma?

Investire tempo e risorse temendo un flop avrebbe poco senso. Ci si spende e si crede in qualcosa, in questo caso, un programma tv perchè fin dall'inizio si è convinti di poter confezionare un buon programma, a prescindere dai risultati che otterrai. Detto questo ci credo molto, ho voluto sperimentare un programma assolutamente innovativo per Raiuno per linguaggio e modalità di racconto. Vedremo!

Perchè l'esigenza di proporre un programma teleculinario la sera? Pensa possa essere ripetitivo per chi la segue con “La prova del cuoco”?

E'un programma ben diverso dalla Prova del Cuoco, sarà uno show intorno al cibo..come passare la serata insieme agli amici intorno al cibo.

Ha paura di perdere il suo target “diurno” o si aspetta che la stessa gente continui a seguirla, e di incettare un nuovo target?

Credo che il mio pubblico non mi abbia mai abbandonata

Lei ha già avuto esperienze teleculinarie in fascia serale (oltre a “Il ristorante” anche una versione serale natalizia de “La prova del cuoco”). Cosa vuol dire adesso, alla luce del grande successo dei cooking show di prima serata – vedi Masterchef - tornare ai fornelli in questa fascia? E' una nuova sfida?

E' una sfida per Raiuno che sperimenta un nuovo programma in prima serata, è una sfida per me che porto un mio marchio di fabbrica, la cucina, in prima serata.

Riproporrebbe l'esperienza de “Il ristorante”? Secondo lei, adesso, avrebbe più successo?

Oggi non ci penso..oggi penso alla Terra dei Cuochi.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016