Excite

Cenone di Natale low cost: i consigli per risparmiare

  • Getty Images
Un cenone di Natale low cost è possibile. L'Unione nazionale dei consumatori ha infatti messo a disposizione alcuni consigli per risparmiare addirittura del 40% sulla spesa in vista del 24 e 25 dicembre. "Si può fare un cenone o un pranzo di Natale low cost, risparmiando senza rinunciare alle tradizioni di famiglia", ha spiegato Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unc. Ma allora come è possibile farlo?

Leggi anche Natale 2015 senza neve anche sulle Alpi

Nell'elenco dei consigli per un cenone di Natale al risparmio, c'è prima prima di tutto l'attenzione alle quantità acquistate: "Comprate pure tutti i tipi di affettati che volete ma ricordatevi che deve durare al massimo fino a Santo Stefano, non fino all’Epifania. Idem per la frutta e tutto il resto", evidenzia l'Unione nazionale consumatori. Un'altra attenzione da porre è la qualità dei prodotti: "A Natale i negozi si riempiono dei frutti più strani e singolari che provengono da tutti i paesi possibili ed immaginabili, ma è sempre consigliato acquistare frutta e verdura di stagione", spiega l'associazione. Un pericolo di spreco si annida anche... nelle offerte. "Verificate con attenzione l’effettiva convenienza sia in termini di prezzo (è effettivamente più basso?) che di quantità (vi servono tre confezioni o ve ne basta una?)", mette in guardia l'Unione nazionale consumatori.

Per un cenone di Natale low cost è opportuno anche sapere scegliere il prodotto per il brindisi. Sul mercato ci sono buoni spumanti italiani che permettono di risparmiare molto, puntando comunque sulla qualità. Nel caso specifico è necessario il consiglio di qualche amico esperto che può indirizzare verso un acquisto ragionato. Insomma "scegliendo con cura il canale di vendita, a seconda dei prodotti da acquistare, si può contenere la spesa senza rinunciare ad alcuna prelibatezza. Differenziando il tipo di esercizio, discount, supermercato, ipermercato, negozio, mercato, si possono avere risparmi notevoli che possono arrivare anche al 40%", conclude Massimiliano Dona.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017