Excite

Come evitare i grassi idrogenati per stare meglio

Nell’alimentazione di tutti i giorni è importante evitare i grassi idrogenati. Come è possibile farlo? Questa guida cerca di fornire qualche consiglio molto semplice per una nutrizione sana e senza grosse rinunce. Prima di tutto iniziamo a spiegare di cosa stiamo parlando quando ci riferiamo ai grassi idrogenati. Si tratta di un prodotto molto comune, usato in particolare negli alimenti realizzati su scala industriale. Gli effetti sono piuttosto negativi sul nostro corpo: portano all’innalzamento colesterolo LDL (quello che viene definito “cattivo”) e all’abbassamento del colesterolo HDL (quello buono). E come è risaputo questo comporta dei rischi cardiaci. Perciò è opportuno ridurre il loro consumo e addirittura l’ideale sarebbe eliminarli.
    Dal web Wikipedia

Evitare i grassi idrogenati: ecco a cosa fare attenzione

I grassi idrogenati si ottengono attraverso il procedimento produttivo dell’idrogenazione, ossia all’inserimento di idrogeno che trasforma i grassi insaturi (che non fanno male, sempre assunti in quantità ragionevoli) in grassi trans (che fanno male, anche se ingeriti in quantità minime). Il motivo di questo trattamento è relativo al miglioramento della conservazione del cibo. Per esempio l’olio usato nei fast food presenta un alto livello di idrogenazione: in tal modo viene reso possibile un lungo utilizzo. Lo stesso vale per merendine, cracker e dolci industriali: i grassi idrogenati sono “preziosi” in quanto sono più resistenti al fattore temporale, garantendo una prolungata integrità del prodotto.
    dal Web Wikipedia

Gli alimenti alternativi per evitare i grassi idrogenati

La domanda “come evitare grassi idrogenati?” può trovare quindi una risposta molto semplice. Prima di tutto è opportuno leggere le etichette dei prodotti per vedere se è specificato questo aspetto. Tuttavia, per eliminare dalla nostra alimentazione i grassi idrogenati bisogna stare alla larga dalla margarina, preferendo il più costoso (ma meno dannoso per il nostro organismo) olio di oliva o al massimo impiegando piccole dosi di burro. Inoltre bisogna saper dire di no alle patatine da fast food e diminuire il consumo di merendine, dolci e cracker industriali.
Anche i cibi surgelati, infine, sono sottoposti a un trattamento che favorisce la presenza di grassi idrogenati.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016