Excite

Come preparare l'ice wine fatto in casa

L’ice wine (traducibile letteralmente in vino di ghiaccio) è molto gradevole grazie al suo sapore dolce, ideale per concludere un pasto in concomitanza del dessert. L’abbinamento perfetto arriva con un dolce, per esempio la cheesecake o un tiramisù. Ma come è possibile fare dell’ice wine fatto in casa? In primo luogo occorre tener presente che il processo non è semplicissimo: stiamo pur sempre parlando della produzione di un vino, che, per quanto diverso da come lo intendiamo, richiede precisi passaggi. Ma non vale la pena scoraggiarsi: l’esito può essere più che soddisfacente e ripagare ampiamente l’impegno richiesto.
    Dal web

I primi passaggi per fare l'ice wine in casa

L’ice wine originale necessita di una fase obbligatoria: l’uva sulla vite deve congelarsi a causa di una temperatura molto rigida (almeno -10°C). Dunque, in Italia, salvo alcune regioni, il processo deve essere replicato in maniera “artificiale” con l’uso di congelatori. Bisogna pertanto sottoporre al congelamento i grappoli di uva dolce: è fondamentale poi che sia spremuta quando è ancora ghiacciata. Questo è il principale motivo della particolare dolcezza di questo prodotto: nello stato di congelamento gli zuccheri sono molto concentrati e si avvertono così in misura maggiore. Tuttavia, bisogna tener presente un aspetto: spremendo l’uva gelata, la quantità di mosto sarà nettamente inferiore in confronto a quanto avviene tradizionalmente. Anche per questo motivo l’ice wine è ritenuto un prodotto particolarmente pregiato.

Così finiamo di preparare l'ice wine fatto in casa

Come bisogna procedere poi per fare l’ice wine fatto in casa? In realtà un produttore esperto, dopo aver eseguito con attenzione la spremitura dell’uva durante il congelamento, dovrà seguire i passaggi tipici della realizzazione di qualsiasi altro vino. La fermentazione in genere potrebbe richiedere un tempo maggiore a causa dell’elevata presenza di zucchero.
Alla fine, dopo l’imbottigliamento, l’ice wine deve essere conservato in frigo, affinché sia servito freddo. E, come abbiamo già accennato in precedenza, il suo abbinamento ideale è a fine pasto, come completamento di un buon dessert.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016