Excite

Ecco come si dovrebbe cucinare la pasta per non ingrassare

  • Shutterstock

I carboudreati fanno male?

È possibile mangiare la pasta come parte di una dieta sana? Tutto dipende dal tipo di prodotto e dal modo in cui viene cucinato. "Non si possono demonizzare tutti i carboidrati in generale", ha detto a Business Insider España il dottor Miguel Ángel Martínez-González, epidemiologo, professore di salute pubblica e uno dei maggiori esperti mondiali della dieta mediterranea.

Come per altri alimenti simili, ad esempio il pane o il riso, alcune caratteristiche possono rendere la pasta un piatto più sano.

Cereali integrali, la scelta più sana

Così, la qualità dei carboidrati migliora quando si tratta di "cereali non raffinati, ricchi di fibre e con un basso indice glicemico, cioè quando non aumentano i livelli di glucosio a lungo termine", spiega Martínez-González.

Tre caratteristiche che si possono trovare nella pasta integrale. Mentre questa è creata a partire dal chicco intero, (quindi ha tutti i nutrienti, comprese le fibre), la pasta bianca è fatta con farine raffinate da cui sono stati rimossi il germe e la crusca, lasciando solo l'amido, un elemento che il corpo converte rapidamente in glucosio, generando picchi di zucchero nel sangue.

La pasta al dente è molto più sana

Anche il modo in cui la pasta viene cucinata può renderla più sana. Come dice il dottor Martínez-González nel suo ultimo libro: "più la pasta è cotta, prima si trasforma in amido e prima genera un picco di glucosio nel sangue. D'altra parte, questo non succede con la pasta al dente, che è più dura e meno gelatinosa".

Dovete sapere che i carboidrati si trasformano in glucosio, fornendo così l'energia necessaria al corpo per svolgere le sue funzioni. Ma l'energia in eccesso sarà immagazzinata nel vostro corpo per un uso successivo.

Cuocendo meno la pasta e generando meno amido, aiuterai il tuo corpo a gestire meglio l'energia a lungo termine (in altre parole, minimizzando i picchi di glucosio), riducendo così gli avanzi che siederanno intorno al tuo girovita.

I condimenti

Naturalmente, al di là di questo, ciò che fa la differenza è il modo in cui si condisce la pasta.Come sottolinea il dottor Martínez-González, piuttosto che concentrarsi sugli alimenti, è necessario concentrarsi sul "modello alimentare nel suo insieme".

Mangiare la pasta con la salsiccia e condirla con pomodoro fritto e formaggio grattugiato, ricco di zuccheri aggiunti, non è come prepararla con verdure e e un filo di olio d'oliva.

Alcuni consigli utili

Tutto sommato, secondo l'epidemiologo, in sintesi, è che "anche se la pasta molto cotta può essere una valida opzione per le persone che fanno molto sport, il resto di noi farebbe bene a ridurne il consumo, a mangiarla al dente e ad optare sempre per la pasta integrale, che è ricca di fibre e nutrienti benefici".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021