Excite

Formaggi grassi e magri: quali sono le differenze

I formaggi grassi e quelli magri presentano grandi differenze dal punto di vista nutrizionale. In particolare chi deve seguire delle diete, o comunque un regime alimentare più controllato, ha la necessità di acquisire delle esatte informazioni. Dunque, iniziamo con indicare le tre categorie: formaggi grassi, semigrassi e magri. L’indicatore fondamentale è la sostanza grassa sul “secco” del prodotto. I formaggi grassi hanno sostanza grassa superiore al 42%; nei formaggi semigrassi la soglia è compresa fra il 42 e il 20%; infine nei formaggi magri la sostanza grassa (sempre sul secco) è inferiore al 20%. Le leggi dell’Unione europea hanno modificato questa classificazione da un punto di vista normativo che resta comunque utile per comprendere il tema di cui stiamo parlando.
    Dal web Wikipedia

Le calorie nei formaggi grassi e magri

Le differenze tra formaggi grassi e magri è perciò di grande importante anche per la nostra salute. Del resto i due tipi di prodotto sono diversi anche per il contenuto calorico. In genere i formaggi magri non superano le 200 kcal per 100 grammi, mentre quelli grassi sono compresi tra le 300 e le 400 kcal. Quelli tra 200 e 300 kcal sono considerabili normali, ossia nella media. Appare evidente perciò
    Dal web Wikipedia

Formaggi grassi e magri: ecco quali sono

Ma quali sono nello specifico i formaggi grassi e quelli magri? Ecco un elenco esaustivo, tenendo sempre presente che esiste sempre una differenza tra ogni prodotto (tra parentesi sono segnate le calorie).
I formaggi magri sono: ricotta di vacca (136 kcal); ricotta di latte intero (146 kcal), ricotta mista di vacca e pecora (204 kcal), mozzarella Light (163 kcal), philadelphia Light (160 kcal), stracchino Light (175 kcal). I formaggi grassi, invece, sono: stracchino (300 kcal), sottilette (305 kcal), tomino (368 kcal), robiola (348 kcal), Emmental (380 kcal), gorgonzola (360 kcal), provolone dolce (366 kcal), provolone piccante (370 kcal), parmigiano (375 kcal), brie (345 kcal), Asiago (378 kcal), fontina 374 kcal, pecorino (311 kcal), taleggio (310 kcal), squacquerone (300 kcal). Infine a metà, quindi tra i semigrassi, ci sono la mozzarella (225 kcal), primosale (244 kcal), scamorza (210 kcal) e ricotta salata (280 kcal).

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016