Excite

Fragole, le proprietà nutritive del frutto della passione

La fragola è un'erbacea appartenente alla famiglia delle Rosacee, sottofamiglia Rosoideae, genere Fragaria. La sua origine risale al 1300 quando veniva coltivata come pianta ornamentale in Francia, ma il gustoso cibo, che attualmente arriva sulle tavole italiane, appartiene ad un ibrido proveniente dal Sudamerica. Le fragole vengono definite un 'falso frutto', poiché sono considerate dei frutti dal punto di vista nutrizionale, ma non lo sono dal punto di vista botanico, è solo un talamo e il frutto vero sono i semini gialli in superficie chiamati acheni. La produzione mondiale di fragole è di circa 2,5 milioni di tonnellate, l'Italia è al quarto posto per produzione.

Coltivazione

Le fragole crescono in terreni soffici e leggeri e ben drenati, pur preferendo temperature fresche riescono a sopportare il caldo e il freddo, ma le zone più adatte al loro sviluppo sono quelle collinari. La loro coltivazione si sviluppa per tutto l'anno, grazie soprattutto alla loro crescita in serre. Il periodo di semina più indicato è quello estivo, tra luglio e agosto, così da raccoglierle nella primavera successiva. Richiede un apporto regolare di acqua, azoto e potassio.

Tipologia:

Tra le varietà di fragole consumate in Italia le più famose sono le Chandler, resistenti di grandi dimensioni, Pajaro, frutti a maturazione tardiva, Tudl, Miranda, la Marmolada, con frutti grandi, Elsanta, Idea, Cesena, Dana, Gea, Gorella a forma di cuore, la Pocahontas di forma rotonda e la Belrubi dalla forma allungata. Molto ricercate le fragoline selvatiche, quelle di bosco - in Italia sono rinomate quelle di Nemi, nel Lazio.

Proprietà alimentari

Le fragole sono composte dal 90% di acqua, per questo idratano le cellule dell'organismo e forniscono poche calorie, i suoi enzimi, inoltre, attivano il metabolismo, aiutando il corpo a eliminare l'adipe in eccesso. Inoltre proteggono i denti, in quanto contengono xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e contrastano cellulite, sono ricche di vitamina C così rafforzano le difese naturali dell'organismo, sono toniche e dietetiche sono antiossidanti e mantengono giovani.

Lo sapevi che…

Secondo la leggenda, le fragole, che i romani chiamavano fragrans per il loro profumo, venivano mangiate soprattutto durante le festività in onore del dio Adone. Infatti, la dea Venere pianse copiose lacrime per la morte del suo amato, che quando le gocce di dolore arrivarono sulla terra si trasformarono in piccoli cuoricini rossi.

Scopri come realizzare un gustoso tiramisù alle fragole!

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016