Excite

Il Chianti: il principe tra i vini toscani

Il Chianti è, senza dubbio, il più celebre tra i vini toscani,oltre che uno dei rossi più apprezzati al mondo.Avvolta dal mistero è l'origine del nome "chianti": secondo alcuni deriverebbe dal termine latino clangor ovvero rumore, per ricordare il rumore che producevano le frequenti battute di caccia nei boschi toscani; secondo altri, invece, il termine Chianti deriverebbe dal termine etrusco clante ovvero acqua, l'elemento che più di ogni altro favoriva la crescita rigogliosa dell'uva.

Provenienza

Il Chianti viene prodotto in una zona piuttosto ampia,tra le province di Arezzo, Siena e Firenze; possiamo dire infatti che il nome di questo celebre vino toscano identifica queste zone collinari in cui viene prodotto. Il Chianti viene prodotto inoltre, a Pisa, Prato e Pistoia.

Varietà d'uva

L'uvaggio utilizzato per l'originale composizione del Chianti utilizza varie tipologie di uva rossa e di uva bianca,anche se in percentuale minore.La vera anima del Chianti è costituita dall'uva Sangiovese (75-90%),altri vitigni utilizzati sono il Canaiolo e il Colorino,come qualità di uva bianca ricordiamo, invece, il Trebbiano e la Malvasia.

Note sensoriali

Tra le caratteristiche di questo celebre vino possiamo ricordare il colore rubino, deciso ed intenso, il gusto asciutto e vellutato, l'odore che rievoca lontanamente la mammola e il giaggiolo. Il Chianti ha una gradazione alcolica minima di 12°.

Abbinamenti

Il Chianti è un vino estremamente versatile, può essere ottimamente abbinato a una grande varietà di piatti tipici regionali, ma si sposa soprattutto con carni rosse grigliate, selvaggina e formaggi stagionati.

Lo sapevi che...

Il chianti è uno dei vini più utilizzati per la vinoterapia, grazie alle sue proprietà antiossidanti e rilassanti.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016