Excite

Il pistacchio: gustoso frutto che aiuta a combattere il colesterolo

Il pistacchio (Pistacia vera) è il frutto di un albero della famiglia delle Anacardiaceae che può raggiungere un'altezza di 12 metri e un'età di 300 anni. Il frutto è una drupa ovale a guscio sottile e duro, contenente il seme, chiamato comunemente "pistacchio", che ha colore verde vivo sotto una buccia viola. È originario del Medio Oriente, dove veniva coltivato già in età preistorica, particolarmente in Persia. Furono poi gli arabi ad introdurlo in Occidente. I pistacchi vengono utilizzati sia sgusciati che pelati, spesso tostati e salati. Possono essere mangiati crudi ma anche per preparare diversi alimenti: in pasticceria, ad esempio, per gelati, creme e bevande. Oppure per la produzione di salumi (come la mortadella Bologna, ad esempio), per condire primi e secondi piatti o per realizzare un ottimo pesto.

Coltivazione

Il pistacchio fruttifica in un ciclo biennale, il che, insieme alle variazioni climatiche, causa grandi variazioni nelle rese e nei prezzi. In Italia è una coltivazione di nicchia: rinomati sono i pistacchi di Bronte alle pendici dell'Etna, tutelati dal marchio DOP "Pistacchio Verde di Bronte". La pianta si trova a suo agio su delle rocce laviche proibitive per qualsiasi altro tipo di vegetazione. Se vogliamo coltivare il pistacchio su otto piante femmine bisogna piantare un maschio sopra vento e in sotto vento le femmine, in questo modo il vento può trasportare il polline dei fiori dai maschi fino al pistillo delle femmine.

Tipologia

Ecco le varietà più note di pistacchi:

  • Napoletana
  • Agostana
  • Natarola

Proprietà alimentati

I pistacchi al naturale sono un alimento povero di sodio e colesterolo e ricco di vitamina B6, tiamina, rame, fosforo, potassio, ferro e manganese. In virtù dell'elevato contenuto lipidico, l'apporto energetico è molto alto, addirittura superiore a quello di molti dolciumi, salumi ed insaccati grassi. I lipidi contenuti nei pistacchi sono in buona parte mono e polinsaturi, appartengono cioè a quella classe di acidi grassi che aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo . I pistacchi andrebbero consumati con moderazione da chi ha problemi con diabete, obesità , ipertrigliceridemia, disordini epatici o ipertensione (soprattutto se salati).

Lo sapevi che…

A Bronte, in Sicilia, si svolge ogni anno la Sagra del Pistacchio in alcune piazze e vie del Centro Storico vengono realizzate ambientazioni tipiche dell'antica civiltà contadina e si possono assaggiare ed acquistare i prodotti ottenuti con la lavorazione del pistacchio: pesto, salsiccia, dolci, gelati e numerosi altri piatti a base di questo “oro verde”.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016