Excite

Melanzane: ortaggi estivi adatti per le diete dimagranti

Lemelanzane (Solanum melongena L.) sono una pianta erbacea, eretta, alta da 30 cm a poco più di un metro. I fiori grandi, solitari, sono violacei o anche bianchi. I frutti sono bacche grandi, allungate o rotonde, normalmente nere, commestibili solo previa cottura. La melanzana è originaria dell'India: sembra infatti che in Europa fosse sconosciuta fino al sedicesimo secolo dove fu portata dagli arabi all’inizio del Medioevo. La melanzana è un ortaggio estivo preparato in svariati modi: si utilizza sott’olio e sott’aceto per gli antipasti, nei primi piatti di pasta, in sformati come la parmigiana o la moussaka. Ancora le melanzane possono essere ripiene, fritte, grigliate o impanate per dar vita a gustosi antipasti o contorni.

Coltivazione

La melanzana, originaria di climi subtropicali, richiede climi non eccessivamente freddi. La crescita comunque s'arresta quando la temperatura scende sotto i 12 °C I primi paesi produttori di melanzane a livello mondiale sono la Cina, l'India e la Turchia. In Europa, i principali produttori sono l'Italia, la Spagna e la Grecia. In Italia, in particolare, si semina a gennaio-febbraio nelle regioni del sud mentre al centro-nord in marzo: il raccolto inizia da giugno per le precoci e si protrae per le varietà tardive.

Tipologia

Ecco le varietà di melanzane coltivate:

  • Violetta lunga palermitana,viola scuro e a frutto allungato
  • Violetta lunga delle cascine, con frutto violetto;
  • Violetta nana precoce, a frutto piccolo.
  • Melanzana di Murcia, con foglie e fusto spinosi, frutto violetto e rotondo
  • La mostruosa di New York, con frutto violetto enorme;
  • La tonda comune di Firenze, violetto pallido ibrido, con pochi semi, polpa tenera e compatta.
  • La melanzana rossa DOP di Rotonda, con una forma simile ad un pomodoro, colore rosso-arancione, polpa fruttata e un sapore leggermente piccante.

Proprietà alimentari

La melanzana cruda ha un gusto sgradevole ed è anche tossica perché contiene solanina. Pertanto la melanzana viene consumata solamente cotta. D'altra parte, la melanzana ha la proprietà di assorbire molto bene i grassi alimentari, tra cui l'olio, consentendo la preparazione di piatti molto ricchi e saporiti. La melanzana un alimento dal valore nutritivo piuttosto scarso, con poche calorie e basso contenuto di grassi, proteine e glucidi: entra quindi spesso nella composizione di diete dimagranti e favorisce l’abbassamento del colesterolo nel sangue. E’ inoltre ricca di acqua, potassio, vitamina A e C, fosforo, calcio, tannino e contiene pochi zuccheri. La sua buccia, infine, contiene sostanze benefiche per fegato, pancreas e intestino.

Lo sapevi che…

La melanzana, originaria dell'India, viene introdotta dagli Arabi all'inizio del IV secolo e quindi non ha un nome latino o greco. Gli Arabi chiamano la melanzana badingian e in Italia venne aggiunto il prefisso melodivenendo così melo-badingian, quindi melangian, da cui l'attuale nome. Il nome melanzana, in particolare, veniva interpretato anche come "mela non sana", proprio perché non è commestibile se non cotto.

Scopri la ricetta della Moussaka greca preparate con le melanzane!

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016