Excite

Pane con le mosche e cotto nella ruggine: chiuso un panificio di Bari

  • Getty Images

Il pane è l'alimento base della nostra dieta. Scoprire che sia pieno di insetti, quindi, può farci decisamente passare la fame. E' quanto è successo in un panificio di Bari molto noto in città, che riforniva scuole e caserme ma nascondeva problemi igienici di ogni genere.

Burger King, ecco gli ingredienti dell'hamburger nero

Il caso è scoppiato quando in una baguette di pane confezionato proveniente proprio dal panificio del Rione Carbonara è stato trovato un insetto morto. Il fatto ha scatenato l'allarme e ha portato all'intervento dei carabinieri del Nas, che hanno visitato lo stabilimento, trovando condizioni che giustificano la presenza di un insetto nel pane.

All'interno del panificio infatti, la situazione igienica rivelata dal Nas era a dir poco discutibile. Liquidi provenienti dai canali fognari finivano infatti nelle teglie in cui venivano infornate le focacce. Anche le stesse teglie erano in condizioni spaventose, ricoperte di ruggine e nonostante ciò utilizzate quotidianamente.

I ritrovamenti non finiscono qui. Nel panificio i macchinari per cuocere e mescolare gli impasti erano estremamente sporchi e i sacchi di farina venivano tenuti vicino a pezzi meccanici che avrebbero dovuto stare il più lontano possibile dagli alimenti. A favorire l'ingresso di mosche in un ambiente così sudicio, la totale assenza di zanzariere nel locale. Insomma, come spiegato dagli stessi carabinieri del Nas, le autorità si sono trovate davanti un quadro igienico-sanitario davvero precario, che ha portato alla contestazione di violazioni amministrative di 10mila euro.

Il fatto ha provocato immediatamente l'allarme, perché il panificio in questione non era certo uno stabilimento di nicchia: produceva circa 30mila panini al giorno e riforniva le maggiori strutture pubbliche della città, tra cui università, caserme e ospedali.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016