Excite

Pesca: il frutto dell'estate ricco di vitamine

La pesca è il frutto dell'estate, rappresenta un quarto della frutta consumata dagli italiani in questo periodo di caldo. Nasce dall'albero del pesco, il Prunus persica, del genere Prunus come le ciliegie, le albicocche e le prugne. Quest'albero è originario della Cina dove veniva coltivato come simbolo dell'immortalità. È un alimento rinfrescante, dissetante e con poche calorie, adatto come spuntino per superare con energia l'afa estiva.

Coltivazione

L'albero di pesco è molto resistente e si adegua a vari tipi di climi, può resistere fino a -18° e può vivere in zone subtropicali. Di solito viene piantato in inverno, mentre la fioritura avviene in primavera, con lo spettacolo dei fior di pesco. La maturazione dei frutti cade nelle prime settimane di maggio, ma alcuni alberi posticipano questo fenomeno fino all'inizio di settembre. In Italia le regioni che coltivano più pesche sono l'Emilia Romagna, la Campania, il Veneto, il Piemonte e la Liguria.

Tipologia:

Per distinguere i vari tipi di pesca si fa spesso riferimento alla peluria o alla distanza della polpa dal nocciolo, come le pesche spiccagnole che hanno il nocciolo aderente alla polpa e le duracine che hanno la polpa staccata dal nocciolo. Per abitudine si differenzia il frutto nei seguenti modi:

  • Pesca gialla: polpa succosa e profumata, buccia vellutata: Springcrest, Springbelle, Royal Gem, Royal Glory, Flavorcrest, Redhaven.
  • Pesca bianca: polpa bianca e filamentosa, a volte molto più dolce della sua sorella: Iris rosso, Paola Cavicchi, Maria Delizia, Maria Bianca, K2, Michelini e Duchessa d'Este
  • Pesca Nettarina o pesca noce: ha una buccia liscia e rossastra e il colore della polpa varia: Big Top, Stark Redgold, Venus, Rita star, Maria Laura, Adriana, Indipendence, Caldesi
  • Percoca: è il frutto adatto alla trasformazione, creato per l'industria: Romea, Andross, Babygold
  • Merendella: pelle liscia e colore bianco-verde, molto diffusa in Calabria
  • Pesca saturnina o Pesca tabacchiera o Platicarpa: forma schiacciata, molto note in Sicilia

Proprietà alimentari

La pesca è il frutto dell'estate, ma anche quello con molte proprietà nutrizionali. Infatti, contiene un'elevata percentuale di acqua, circa il 90%, ha oligoelementi come ferro e potassio, la vitamina C e la provitamina A. Questi consentono di dissetare l'organismo, a reintegrare i sali minerali persi con il sudore. È un alimento dolce ma non è ipocalorico e riesce a saziare, quindi è indicato come spuntino estivo. La pesca è ricca di fibre e ha anche proprietà soporifere, quindi aiuta chi ha problemi di insonnia. Il contenuto di fluoro contribuisce a rafforzare i denti e le ossa ed è un frutto utile anche per chi cura la propria bellezza. Infatti, è uno stimolatore di melanina, favorendo l’abbronzatura e aiuta la pelle a mantenersi giovane. La pesca è ideale per chi sta affrontando un regime alimentare dietetico perché aiuta a smaltire i liquidi in eccesso stimolando l'intestino.

Lo sapevi che…

Le guance dei bambini vengono spesso paragonate alle pesche perché gli antichi Egizi avevano consacrato questo frutto ad Arpocrate, il dio dell’infanzia. Proprio i più piccoli adorano quest'alimento il cui nocciolo non deve mai essere ingerito, perché contiene l'amigdalina un acido velenoso.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016