Excite

Quale test fare per l'intolleranza al lattosio

Pensate di avere l’intolleranza al lattosio? Ma sappiate: l’unico modo per avere la risposta definitiva è quello di sottoporsi al test specifico, il Breath test. Ma prima di tutto iniziamo a vedere cosa è questa forma di disturbo alimentare che affligge molte persone. Da un punto di vista prettamente scientifico, il problema è il deficit di lattasi, ossia la carenza dell’enzima preposto alla scissione in glucosio e galattosio del lattosio, lo zucchero che compone il latte. Il risultato è quello di provocare diarrea, meteorismo, flatulenza e crampi addominali. Semplificando il concetto: nella fase di digestione, l’organismo non riesce a sintetizzare lo zucchero-base del latte che reagisce generando scompensi intestinali. Si tratta di una dinamica molto comune, in quanto dopo gli 8/10 anni si tende a perdere questa capacità digestiva.
    Dal web studiovircos.it

Come capire se abbiamo l'intolleranza al lattosio

Per individuare l’intolleranza al lattosio, dicevamo, si usa il Breath Test, il test del respiro. L’esame è molto semplice e soprattutto non è invasivo: l’unico aspetto “negativo” è che richiede un po’ di tempo per il suo completamento. La persona deve respirare in un apposito macchinario che rileva la quantità di idrogeno. Successivamente, viene assunta una determinata quantità di lattosio, quindi dopo 2-3 ore si deve ripetere l’operazione di respiro nel macchinario. Se il livello di idrogeno è più alto, vuol dire che esiste l’intolleranza al lattosio. In caso contrario l’esito è negativo. Insomma, basta davvero poco per comprendere se c’è il problema o meno.
    Dal web Wikipedia.it

Cosa fare dopo il test per l'intolleranza al lattosio

Ma cosa bisogna fare se scopriamo di avere l’intolleranza al lattosio? Se il Breath test ha emesso il suo verdetto, l’unica “cura” è quella di eliminare o diminuire gli alimenti che contengono questo zucchero. Dunque, mozzarella, formaggi freschi e ovviamente il latte diventano cibi quasi off limits. Ma attenzione: non tutti i soggetti intolleranti devono privarsi totalmente di questi alimenti. In alcuni casi c’è una soglia di tolleranza.
Pertanto è possibile mangiare alimenti con lattosio in quantità moderata e facendo attenzione a non abusarne in giorni ravvicinati.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016