Excite

I famosi ristoranti di Bruno Barbieri

Bolognese di nascita, dopo aver conseguito il diploma all'Istituto Alberghiero della sua città, Bruno Barbieri ha lavorato sulle navi da crociera, non solo in Europa ma anche in America. Acquista una grande esperienza nel campo della ristorazione e diventa uno chef di fama mondiale. Per molti ristoranti la cucina di Bruno Barbieri è stata determinante per l'assegnazione delle stelle Michelin.

Bruno Barbieri: uno chef a 7 stelle

La grande passione per l'arte culinaria e la voglia di rimettersi continuamente in gioco spingono lo chef italiano ad una difficile sfida personale: oggi Bruno Barbieri punta alla conquista della città di Londra, con l'interno di far meglio conoscere la qualità della cucina italiana. Da pochi mesi infatti ha aperto in Oxford Street un nuovo ristorante, il "Cotidie", una location elegante e raffinata nel ricco quartiere londinese di Marylebone. Il locale di Bruno Barbieri offre un servizio veramente impeccabile e lo chef si avvale dell'aiuto di uno staff di giovani e bravi cuochi. Il ristorante offre ogni giorno un menù diverso, può ospitare fino a 75 coperti e dispone di un ottimo spazio bar. Grande tecnica e attenzione nella elaborazione dei piatti, tutti realizzati con materie prime locali di qualità, mentre i primi sono preparati con la pasta che giunge direttamente dall'Italia. Nei menù proposti da Bruno Barbieri figura la Zuppa imperiale di cappone e quenelle di mortadella, il Guanciale di maiale arrosto e ottimi dessert come i Bignè fritti con zest di mandarino caramellato. Come tutti i ristoranti di Bruno Barbieri anche il "Cotidie" è destinato ad un successo enorme e duraturo.

L'avventura di questo grande chef italiano inizia subito dopo il diploma: nel 1980 si presenta la possibilità di lavorare come III cuoco sulle navi da crociera, conosce quindi nuovi paesi e culture diverse. Torna in Italia con un enorme bagaglio di esperienza nel campo culinario, comincia a lavorare in piccoli locali della Riviera Romagnola in qualità di chef di partita. Segue corsi di perfezionamento anche all'estero e finalmente la prima grande occasione: Bruno Barbieri approda alla "Locanda Solarola" di Castelguelfo, che conduce con grande maestrìa, tanto che il ristorante guadagna per due anni ben 2 stelle Michelin. Avvalendosi della collaborazione di chef del calibro di Mauro Gualandi e Igles Corelli, vive un'altra grande esperienza al ristorante “Il Trigabolo” di Argenta di Ferrara, un locale di classe, famoso per la particolare presentazione dei piatti. Negli anni '90, il ristorante si aggiudica anch'esso 2 stelle Michelin. Grazie alla creatività in cucina di questo giovane chef bolognese, il riconoscimento di 1 stella Michelin anche per il ristorante "Grotta di Brisighella", un borgo meraviglioso in provincia di Ravenna. Bruno Barbieri non si accontenta mai, apre il ristorante "Arquade" nel relais Villa del Quais, una splendida struttura del '500 nel comune di Pedemonte, in provincia di Vicenza. Il ristorante "Arquade" grazie al talento del suo chef compare sulle guide gastronomiche dell'anno 2007 con 2 importanti stelle Michelin mentre il Gambero Rosso lo contraddistingue con 3 forchette. Tra i piatti serviti al ristorante "Arquade", le Tagliatelle in gratin di Bruno Barbieri sono un esempio di alta cucina. Nel luglio del 2010 Bruno Barbieri decide di lasciare le cucine dell'Arquade per trasferirsi in Brasile, in cerca di innovazione.

Lo chef è autore di libri di cucina e severo giudice televisivo

I ristoranti di Bruno Barbieri hanno sempre registrato il favore dei critici gastronomici. I media hanno imparato a conoscere l'arte culinaria di Bruno Barbieri attraverso i tanti libri di cucina da lui pubblicati. Ha raggiunto la massima notorietà grazie alla sua partecipazione al programma televisivo MasterChef Italia, il talent show di cucina in onda sul canale Cielo TV, dove ha ricoperto il ruolo di giudice indiscusso.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016