Excite

Ségolène Royal: "Smettete di mangiare Nutella per salvare il pianeta"

  • Fonte Foto @Getty Images

"Non mangiare più Nutella per salvare il pianeta". E’ questa la dichiarazione di Ségolène Royal, la ministra francese dell'Ecologia intervistata in diretta tv durante la trasmissione Le Petit Journal di Canal+. Ridurre il consumo della cioccolata spalmabile più famosa del mondo contribuirebbe, secondo Ségolène Royal, a salvare il pianeta.

Torta alla nutella: la video ricetta

"Bisogna ripiantare massicciamente gli alberi perché c'è stata una deforestazione massiccia che come conseguenza ha portato anche al riscaldamento climatico". Secondo l’ex compagna del presidente Francois Hollande, nonché numero tre del governo francese, “bisogna smettere di mangiare Nutella perché l'olio di palma ha iniziato a sostituire gli alberi. Questo ha provocato danni notevoli”.

Naturalmente non è tardata ad arrivare la replica del gruppo Ferrero (fondato ad Alba da Pietro Ferrero) che, in una nota, assicura di essere in prima linea per il rispetto del pianeta e si è detta "del tutto consapevole della questione ambientale".

Alla provocazione del giornalista Yann Barthe's che conduceva l’intervista, il quale fa notare alla ministra che la nutella “è buona”, Ségolène Royal risponde: “Eh sì, ma non bisogna mangiarla. Devono usare altre materie prime”.

"Per le piantagioni di palme da olio - ha poi replicato la consociata francese del colosso dolciario - non sono state sacrificate foreste né altri spazi di alto valore di conservazione. Impegni, questi, che più volte sono stati elogiati dalle organizzazioni non governative. Ferrero - puntualizza Ferrero Francia - utilizza al 100% olio di palma certificato sostenibile per i suoi prodotti confezionati a Villers-Ecalles". Il gruppo ricorda infine di avere preso "numerosi impegni per quanto riguarda l'approvvigionamento di olio di palma, la cui coltivazione può andare di pari passo con il rispetto dell'ambiente e delle popolazioni".

La questione della coltivazione dell'olio di palma è un tema molto caldo in Francia ormai da parecchi anni. A fine 2012, per esempio, un gruppo di senatori aveva proposto di introdurre una sovrattassa del 300% per chi volesse produrre l'olio, contestato sia per motivi ambientali che per il timore che questo possa essere dannoso per la salute.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016