Excite

Stefano Bonilli: è morto il padre del Gambero Rosso, aveva 67 anni

  • web

Stefano Bonilli è morto. Aveva solo 67 anni. A soprenderlo un infarto. Ci lascia uno dei pilastri della gastronomia italiana.

Attualmente scriveva per il suo blog "Papero giallo", riferimento per addetti ai lavori ed appassionati dell'argomento; inoltre, era il direttore della rivista "Gazzetta Gastronomica".

Nel 1986, da una costola de Il Manifesto, ebbe l'intuizione di fondare una rivista culinaria (Gambero Rosso) che nel corso degli anni ha conosciuto solo sviluppi positivi. Dopo la rivista, Bonilli diede il via al canale televisivo che tutt'ora trasmette programmi di cucina specializzati. Restò al Gambero sino al 2008.

Il cibo, il racconto della gastronomia italiana, Bonilli ce l'aveva nel sangue da sempre. Ha fondato una delle icone della gastronomia italiana dando il via ad un filone che ancora oggi è il più richiesto in tutti i campi: dall'editoria, alla televisione, passando -ovviamente - per i ristoranti.

E' stato il promotore di un racconto vero e senza fini pubblicitari. E' stato il testimone del duro lavoro dei cuochi dietro i fornelli nelle cucine di tutta Italia e non solo.

L'ultimo post sul suo blog "Papero Giallo", risale a 4 giorni fa in cui parlava del film "Chef", di Jon Favreau uscito da poco nelle sale.

Stefano Bonilli era uno avanti, uno che ha precorso i tempi ...gastronomici. Li ha inventati e reinventati con la stessa tenacia, spensieratezza ed intuizione che l'hanno accompagnato fino all'ultimo dei suoi giorni.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016