Excite

Vin brule': la ricetta originale di questa bevanda speziata

Il vin brule', come ricetta originale, veniva preparato fin dall'antichità nei monasteri, in quanto, oltre a gratificare il palato e l'olfatto, possedeva e possiede tutt'ora, ottime qualità terapeutiche. Inoltre, essendo costituita da una miscela di vino, spezie e frutta risulta fortemente energetica ed è quindi consumata spesso nel periodo invernale, per riscaldarsi.

Ingredienti e preparazione

  • un litro di vino rosso corposo
  • 170 g di zucchero bianco
  • 7 chiodi di garofano
  • 2 stecche di cannella
  • 2 arance non trattate
  • 1 limone non trattato
  • una mela
  • un pizzico di noce moscata

Preparazione

A questo punto con tutti gli ingredienti a portata di mano potete iniziare la preparazione del vin brule' nella ricetta originale.

Innanzitutto, prendete le arance ed il limone e dopo averli lavati e asciugati, tagliate la scorza, evitando di includere anche la parte bianca che conferirebbe un gusto troppo amaro alla bevanda. Quindi lavate la mela, eliminatele il torsolo e affettatela a rondelle sottili.

Prendete poi, una casseruola e dopo averla riempita del vino, aggiungeteci i chiodi di garofano, le stecche di cannella, lo zucchero, le scorze degli agrumi e la mela a fettine; e per finire aggiugete un pizzico di noce moscata.

Portate la pentola sul fuoco e mescolate il composto per una decina di minuti, continuando a rimescolare fino a che lo zucchero risulti completamente sciolto.

Una volta raggiunto il bollore, occorrerà che avviciniate una fiamma alla superficie del vino che prenderà fuoco, facendo evaporare l'alcool.

Bisogna aver prudenza nel maneggiare la pentola e le fiamme blu che si alzeranno, la durata sarà di qualche istante e poi il fuoco si spegnerà.

Lasciate riposare per qualche minuto e versate in una caraffa di vetro o direttamente nelle tazze.

Le due varianti nel servire il vin brule'

Il vin brule' nella sua ricetta originale prima di essere versato nelle tazze dovrebbe essere filtrato mediante un colino. Questo passaggio può essere eliminato se si preferisce gustarlo con la presenza di eventuali residui di frutta che non si sono completamente sciolti durante la cottura. Al di là della preferenza personale nulla cambia nel gusto.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016