Excite

Vini siciliani: il Marsala

Il Marsala è un vino liquoroso prodotto della Sicilia occidentale, nella zona omonima e in quasi tutta la provincia di Trapani. Le sue origini sono fatte risalire al 1773, quando il commerciante inglese John Woodhouse sbarcò nel porto di Marsala. Durante il suo soggiorno, insieme ai suoi uomini, assaggiò il vino locale e ne rimase entusiasta. Infatti, anche in Inghilterra fu un successo e così divenne famoso in tutto il mondo. Solo alla fine dell'Ottocento l'imprenditore Vincenzo Florio iniziò la produzione di Marsala facendo concorrenza agli inglesi.

Varietà uva

Le uve da cui nasce il Marsala si formano nella cosiddetta 'Fascia del sole' che comprende la provincia di Trapani. Qui il caldo fa crescere i frutti delle viti ricchi di zuccheri e profumi, anche grazie ai terreni aridi, poco fertili, ma pieni di nutrienti. Per il Marsala bianco le uve utilizzate sono Grillo, Catarratto, Inzolia e Damaschino e per quello rosso rubino il Pignatello, il Nero d'Avola e il Nerello Mascale.

Epoca vendemmia/vinificazione

La vinificazione viene definita in perpetuum, ovvero il vino di un anno quando stava per finire veniva rinnovato con del nuovo e messo a fermentare in botti di legno, senza che le caratteristiche di fondo della bevanda venissero alterate. Per elevare il tenore alcolico veniva aggiunto dell'acquavite di vino. Se il Marsala viene creato solo con uve a bacca bianca e invecchia per almeno 5 anni si definisce vergine. Se si aggiunge la concia, una miscela per aromatizzare il prodotto, il Marsala si definisce conciato.

Note sensoriali

Questo vino ha una gradazione di circa 18 gradi e il suo gusto cambia in base alla quantità di zuccheri. Infatti, può essere secco, semisecco e dolce. Il suo colore varia da un ambra con riflessi bronzati a rubino, mentre all'olfatto si possono sentire profumi di frutta, qualche nota di miele e caramello, così come al gusto e si possono sentire odori di mandorla.

Abbinamenti

Il Marsala, vino liquoroso, è ottimo come dessert o come aperitivo. Molto spesso è servito per accompagnare piatti molto speziati, aromatici con formaggi, pesce, ma come dicevamo anche vicino a dolcetti come posate di mandorle.

Temperatura di servizio

Questo vino va servito ai 14°c quello più chiaro e a 18°c quello rubino degustato in un calice ampio e profondo.

Lo sapevi che...

Questo famoso vino siciliano è stato il primo vino DOC della storia vinicola italiana, ottenuto nel 1969 e ne vengono prodotti circa 8 milioni di litri all'anno.

Scopri le caratteristiche del vino liquoroso Porto

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016