Excite

Vino Amarone della Valpolicella: caratteristiche organolettiche

L'Amarone è uno dei vini rossi più pregiati della produzione vinicola veneta. Prodotto esclusivamente nella provincia di Verona, il vino Amarone della Valpolicella presenta delle caratteristiche organolettiche uniche e molto apprezzate anche all'estero. Vino rosso DOC dal 1968, robusto e speziato, dal sapore tipicamente amarognolo, è prodotto in quantità limitate per preservarne la qualità ed il gusto inconfondibile.

Amarone della Valpolicella

Varietà d'uva

L'Amarone della Valpolicella viene prodotto con diversi tipi di vitigni, su cui predomina l'uso del Corvina Veronese ( in percentuale tra il 40 e il 70%). In quantità minori si possono trovare il Rondinella e il Molinara, in percentuali non superiori al 20-40%. In alternativa o associati ad essi, ma in percentuali inferiori al 15%, vengono utilizzati il Sangiovese, il Barbera, il Negrara, il Rossignola e altri vitigni, purchè autoctoni della provincia veronese.

Vendemmia/vinificazione

Fine settembre, inizio ottobre

Vino Amarone della Valpolicella: caratteristiche organolettiche

L'Amarone della Valpolicella ha un colore rosso rubino che, a seconda del periodo di invecchiamento, può avere dei riflessi aranciati e mattonati. Ha un profumo particolarmente speziato, in cui predominano essenze di noce, spezie, ciliegio, cioccolato e frutti di bosco. Vino strutturato e rotondo, ha un gusto robusto e secco, dal sapore inconfondibilmente amarognolo al palato, che però gli conferisce un assetto equilibrato e vellutato insieme.

Abbinamenti

L'Amarone si sposa perfettamente con piatti di carne, come arrosti e brasati, e ai primi piatti della tradizione veneta, come il celebre risotto all'Amarone. Si presta anche come abbinamento per piatti freddi invernali e formaggi.

Temperatura di servizio

Temperatura ideale intorno ai 18-20°, meglio se decantato in caraffa un paio d'ore prima dell'uso.

Gradazione

14°/16° (dopo l'invecchiamento)

Lo sapevi che...

Il gusto particolare del vino Amarone della Valpolicella e delle sue caratteristiche organolettiche si deve alla leggenda di un vignaiolo che, vendemmiate le uve per produrre il Recioto (antenato dell'Amarone), le lasciò fermentare più del dovuto, finchè gli zuccheri si trasformarono in alcool, conferendo al vino ottenuto quel retrogusto amarognolo che oggi conosciamo.

cucina.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016